イタリア文化会館 -大阪
のWEBサイトはこちら

IIC OSAKA EVENTI ONLINE

IIC OSAKA EVENTI ONLINE

ARTE
2020.6.30 UP
ARTIST

MARCO NEREO ROTELLI

マルコ・ネレオ・ロテッリ

SPECCHI NEI MIEI LINGUAGGI

MESSAGGIO

メッセージ
皆さん、おはようございます。
マルコ・ネレオ・ロテッリです。
友人のサルヴァトーレ・マルシリオーネの依頼でイタリア文化会館-大阪主催の展覧会のために日本に行った際の経験についてお話します。
これまでに私が常に述べてきたとおり、あれはイタリア文化会館-大阪が文化的な道筋をつくった機会で、私はそれに大変敬意を表します。
あの展覧会の際に私の研究方法に接した多くの日本人の詩人たちと、私は今でもコラボレーションを続けています。
これは、創造のために二つの異なる文化的知識が結合・・・注入される際の最も興味深い側面だと思います。
唯一の文化的特徴が様々な新しい世界を広げたといえるでしょう。
ありがとうございました。

PROFILO

プロフィール

マルコ・ネレオ・ロテッリ
1955年ヴェネチア生まれ。1982年建築課程を卒業後、ミラノとパリを拠点とする。
7度のヴェネチア・ビエンナーレに参加した現代イタリアを代表するアーティスト。
「光とインスピレーション」が彼の代名詞であり、ハラルド・ゼーマン(99年、01年のヴェネツィアビエンナーレ・コミッショナー)が「芸術的コンテストの拡大」と定義してきた光と詩的な次元を長年に渡り研究。芸術と他分野の知性の間に強固な関係を築いてきたことで国際的評価を受けている。哲学、音楽、写真、映画も彼の研究に影響を及ぼしたが常に彼の主題は芸術と詩の間にある。
彼や彼の関与した作品は、MOMAを始め、世界中の主要な美術館に多数コレクションされており、多数のインスタレーション作品の中でも2002年ワールドカップに関連した世界平和をテーマとしたソウルでの展示や、2011年のビエンナーレにおけるドゥカーレ宮殿での「Lo Stato Poetico-Notte di Luce」、2013年のジェノヴァでのレンゾ・ピアノとのコラボレーション、2015年ローマの現代美術館MACROでのアドニスとのコラボレーションは特に有名。
ロテッリの探求の対象は融通無碍で、ブッシュマン地域(アフリカ狩猟採集民)やイースター島のような場所で生まれた忘れられた言語の中からもコミュニケーションの手がかりを探し、人類遺産を作品の中で甦らせ、古代から現代へと繋ぐ。その他、鋼、石を使った彫刻家としても一面も持つ。

MARCO NEREO ROTELLI
Marco Nereo Rotelli è nato a Venezia nel 1955, dove si è laureato in architettura nel 1982.
Da anni persegue una ricerca sulla luce e sulla dimensione poetica che Harald Szeemann ha definito come “un ampliamento del contesto artistico”.
Rotelli ha creato negli anni una interrelazione tra l’arte e le diverse discipline del sapere. Da qui il coinvolgimento nella sua ricerca di filosofi, musicisti, fotografi, registi, ma principalmente il suo rapporto è con la poesia che, con il tempo, è divenuta un riferimento costante per il suo lavoro.
Tra le grandi installazioni da lui realizzate si segnalano:
nel 1996 l’opera in omaggio al teatro La Fenice di Venezia appena distrutto da un incendio, e presentata alla Quadriennale di Roma;
nel 2000 l’illuminazione con versi tratti da L’horloge di Baudelaire della facciata del Petit Palais di Parigi;
nel 2001 il coinvolgimento di mille tra i maggiori poeti contemporanei, espressione di tutte le tendenze e di tutti i continenti, per l’installazione Bunker Poetico, realizzata alla 49. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, fortemente voluta da Harald Szeeman;
nel 2002 il recupero, a Carrara, di una cava da anni abbandonata e trasformata, in occasione della 11^ Biennale di Scultura, in un grande libro di marmo, scolpendo versi poetici sulle sue pareti;
nel 2002 la grande installazione ambientale Poetry for Peace a Seoul;
nel 2005 alla 51. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, il recupero dell’isola di San Secondo, nella laguna veneziana, per cui è stato insignito di targa d’argento della Presidenza della Repubblica;
nel 2007 l’installazione permanente per il Living Theatre di New York, voluta da Judith Malina e dedicata alla Beat Generation;
nel 2008 a Jinan, in Cina, invitato a partecipare alla Biennale internazionale d’Arte e Design della Shandog University, un’installazione dalla dimensione tragica e poetica, nell’anno del terremoto del Sichuan, che gli varrà l’Academy Award.
nel 2008 a Parigi, l’opera realizzata con cento porte d’oro lungo gli Champs Élysées The Golden Wood;
nel 2009 la grande opera Save the Poetry esposta nelle vetrine dell’Espace culturel Louis Vuitton a Parigi;
nel 2009 l’installazione luminosa sulla facciata della cattedrale di Santiago de Compostela per la Fiesta del Apóstol;
nel 2010 a Milano il progetto Poetry. Parola d’Artista con un’importante retrospettiva alla Rotonda di Via Besana, una mostra con il poeta arabo Adonis a Palazzo Reale, l’installazione scultorea Le pietre sono Parole in Piazza Duomo;
nel 2010 il progetto Genova s’illumina di poesia, omaggio a Edoardo Sanguineti, con l’installazione luminosa in Strada Nuova;
nel 2011 a Venezia la sua installazione luminosa a Palazzo Ducale che inaugura il Padiglione Italia alla 54. Esposizione Internazionale d’Arte la Biennale di Venezia;
nel 2011 al Lido di Venezia l’installazione luminosa Le parole del cinema per la 68. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia;
nel 2011 la direzione artistica del progetto “Art Explosion” e la realizzazione di una serie di installazioni luminose per la valorizzazione del territorio dei Campi Flegrei (Na);
nel 2012 l’installazione luminosa omaggio a Wisława Szymborska a Ca’ Foscari a Venezia;
nel 2013 l’installazione luminosa al Field Museum di Chicago per le celebrazioni dell’Anno della Cultura italiana negli Stati Uniti;
nel 2013 l’installazione luminosa al Porto Antico di Genova per l’inaugurazione del nuovo Padiglione dei Cetacei di Renzo Piano e Assapora la bellezza a Palazzo Reale di Milano;
nel 2014 l’ideazione di un palazzo d’artista a Padova, Casa Lux;
nel 2015 l’illuminazione del Five Pavillion Bridge per lo Slander West Lake International Poetry Festival di Yangzhou, Cina;
nel 2016 le installazioni luminose per l’inaugurazione del nuovo Museo della Palestina a Birzeit, e per il ventennale di Pienza Città Patrimonio Mondiale Unesco.
nel 2017 la grande mostra con Adonis e l’installazione luminosa al MACRO di Roma;
nel 2018 l’importante opera di luce per il Millenario di San Miniato al Monte a Firenze.
Nel 2000 ha fondato il gruppo Art Project, oggi diretto da Elena Lombardi con Margherita Zambelli e Filippo Cavalli e composto da giovani artisti ed architetti, con il quale realizza numerosi interventi e progetti di installazione urbana.
Questo suo impegno gli è valso la partecipazione a otto edizioni della Biennale di Venezia, oltre a numerose mostre personali e collettive.
È stato invitato dalla Northwestern University (Chicago) come “artist-in-residence” (inverno 2013).
Le sue opere sono presenti in musei e importanti collezioni private di tutto il mondo.
Di lui hanno scritto alcuni tra i più importanti critici d’arte, oltre a poeti, scrittori, filosofi e personalità della cultura internazionale, alimentando un’importante raccolta bibliografica sul suo lavoro.

Altri video

その他のビデオ
ページの先頭へ